La giornata Anti Superstizione del CICAP

articolo di Graziella Morace

“Attento porta male!!” Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase… ma, da dove derivano le superstizioni alle quali crediamo? Molte hanno origini antiche e, nonostante il tempo che passa, persistono nella nostra cultura ancora oggi.

Anzi, in Europa e in America la superstizione è molto più diffusa di quanto si creda, ed è un fenomeno che sembra in aumento, insieme alla credenza negli spiriti, nelle streghe e nelle case infestate da presenze oscure.

Ma quali sono i meccanismi psicologici, cosa c’è alla base della superstizione?

Tutti noi desideriamo avere il maggiore controllo possibile delle situazioni o la certezza che le cose vadano per il verso giusto ed il tentativo di condizionare gli eventi è alla base della maggior parte delle superstizioni. Compiere delle particolari azioni, come portare un oggetto o indossare un certo capo d’abbigliamento, o evitarne altre, come non aprire un ombrello in casa, può dare a molte persone un senso di sicurezza e fiducia per aver fatto tutto il possibile in modo che le cose vadano bene o per scongiurare un evento negativo.

Il procedimento mentale alla base della superstizione ci fa pensare cose del genere: ho indossato questa maglia l’ultima volta che ho passato un esame, quindi al prossimo dovrei indossarla di nuovo. La relazione tra il nostro comportamento e la realizzazione di un certo evento è in realtà del tutto casuale, tuttavia questo meccanismo di pensiero porta selettivamente a ricordare le volte che la superstizione ha funzionato e a dimenticare le volte che ha fallito, il che rafforza e conferma la veridicità del sistema stesso.

Quanti di voi non sanno che rompere uno specchio può portare sette anni di guai, che il venerdì 17 è una giornata “pericolosa” o che avere un ferro di cavallo in casa porta fortuna? Pochi. Come pochi non conoscono altre superstizioni. Il gatto nero che attraversa la strada, il passare sotto una scala, lo spargere sale, sono superstizioni tradizionali, che finché restano in forma prudenzialmente giocosa sono tutto sommato innocue. Attenzione, però, perché i comportamenti superstiziosi, se presi troppo sul serio e portati all’eccesso, possono arrivare ad influenzare ogni scelta, ogni comportamento, e condizionare talmente l’esistenza da divenire patologici.

E proprio per questo motivo il CICAP vi ricorda che la verità è solo questa: “Essere superstiziosi porta male”!

Con l’occasione pubblichiamo le foto più votate nell’evento facebook del Cicap Lazio

GAS 2019 – NON e’ vero e NON ci credo!

 

 

 

 

Annunci

Autore: Adriano

Matematico, informatico, scettico. Un modello da imitare ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...