Una serata con Barbara Gallavotti

Giovedì 10 ottobre si è svolto l’incontro, organizzato dal Cicap Lazio, dal titolo Dietro le quinte di Superquark – Caccia al microbo e non solo.

La Razionale alcoolica con Barbara Gallavotti, giornalista scientifica e autrice di trasmissioni televisive come Superquark e Ulisse, ha visto la partecipazione di soci e simpatizzanti del Cicap. Il nostro socio Guerrino Filippini ha realizzato un servizio che permetterà, anche a chi non ha potuto partecipare, di apprezzare gli argomenti trattati durante la serata.

 

 

Annunci

Nuovo appuntamento con la Razionale Alcoolica con Barbara Gallavotti

Come nasce un servizio di Superquark?
Cosa avviene dietro le quinte del programma scientifico più amato in Italia e considerato un esempio anche all’estero?

Venite a scoprirlo alla prossima Razionale Alcoolica!

Giovedì 10 ottobre 2019ore 18:30 al Lochness Pub, Via Portuense 94 – Roma

In un incontro totalmente informale con Barbara Gallavotti, una delle autrici della trasmissione, che ci spiegherà come viene raccolta e affrontata la sfida di raccontare scienza e tecnologia al grande pubblico, ricordando in particolare l’evoluzione di alcuni servizi su temi di grande attualità (quali ad esempio la lotta alle malattie infettive) . Si parlerà dei successi, ma anche dei nuovi obiettivi e degli errori che servono a cercare di migliorare. Perché anche quando si parla di scienza, l’attore più importante è sempre chi ascolta e mai chi narra.

71141212_908282169533861_1925276698828341248_n

Barbara Gallavotti è biologa, giornalista scientifica e scrittrice.Da oltre vent’anni è autrice di trasmissioni televisive, in particolare Superquark e Ulisse. Ha realizzato documentari per conto di istituzioni scientifiche internazionali e diretto la comunicazione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Scrive per quotidiani e periodici italiani fra i quali «la Stampa». Tiene seminari e lezioni sulla comunicazione della scienza in diverse università. Per la sua attività di divulgatrice scientifica ha ricevuto premi e riconoscimenti.
Ha scritto numerosi libri di divulgazione tra cui, pubblicato nel 2019, “Le grandi epidemie, come difendersi”
(se volete farvelo autografare dall’autrice ricordatevi di portarlo! 😉)

INGRESSO LIBERO MA PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA qui ==>
https://forms.gle/ub4S69drS3oofsED7

Partecipate numerosi!

Piero Angela al corso indagatori di misteri del CICAP

di Stefano Ruia

Sabato 8 Giugno abbiamo avuto ospiti illustri al week end finale del corso per Indagatori di Misteri. In questo week-end, dedicato alla comunicazione della scienza, c’erano docenti dialto livello come Massimo Polidoro, Segretario CICAP, Marco Cattaneo, Direttore Responsabile del mensile “Le Scienze”, e Beatrice Mautino, socia effettiva CICAP e nota divulgatrice (anche se lei ama definirsi “divagatrice”).

Inoltre in apertura abbiamo avuto il piacere di ospitare personaggi importanti del mondo cicappino. Reduci dai festeggiamenti per il trentennale del CICAP si sono presentati a sorpresa il Presidente Sergio della Sala, i soci effettivi Giuliana Galati (Responsabile nazionale del corso), Armando De Vincentiis (Coordinatore Gruppo Puglia) e Anna Rita Longo (Science writer). Non ce ne vogliano gli altri ma la presenza che più ha entusiasmato i corsisti è stata quella del Presidente Onorario e fondatore del CICAP Piero Angela.

Nonostante i suoi 90 anni passati, il nostro famoso giornalista, in procinto di avviare la nuova serie di Superquark, ha raccontato a tutti i presenti come è nato e come si è evoluto il CICAP. Parole che hanno permesso a tutti di accrescere ancora di più l’entusiasmo che ci spinge a «tenere acceso il lume della ragione».

Terminata la sua informale chiacchierata, mentre era in attesa del taxi alla porta dell’albergo Piero Angela è stato avvicinato da una coppia siciliana che lo aveva subito riconosciuto. La moglie, insegnante a Palermo, ci teneva a presentarsi (e a fare una foto con lui), anche per chiedere cosa sia importante fare per diffondere una mentalità razionale. La risposta di Piero Angela è stata fulminea: «Prima cosa si iscriva al CICAP, seconda cosa faccia iscrivere la sua famiglia al CICAP, terza cosa faccia iscrivere gli altri al CICAP». Quale testimonial migliore potremmo avere?

Razionale (Synth)Alcoolica

A luglio ci sarà un nuovo appuntamento con le razionali alcooliche del Cicap lazio. Tenetevi liberi domenica 7/7/2019 alle ore 18:00. Presso il Lochness Pub di Via Portuense 94 si terrà un incontro con Marco Casolino dal titolo Inside Sci-Fi: La Fisica del Fantastico. Come sempre l’evento è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria CLICCANDO QUI.

ea023813-a645-46ca-99b0-8e3db1727960

Marco, fisico dell’INFN Tor Vergata e dell’istituto RIKEN in Giappone, è già stato nostro ospite per la razionale sulla radioattività. Siamo lieti di riaverlo con noi e siamo sicuri che vi divertirete, imparando qualcosa di nuovo.

 

 

 

Una Tavola per la Vita

di Stefano Ruia

Sabato 1 Giugno si è svolto l’evento finale della manifestazione “Una tavola per la vita”, organizzato con la partecipazione attiva del CICAP. Questo evento fa parte del progetto Eureka, finanziato dal Comune di Roma e svolto in collaborazione con la SIAE. “Una Tavola per la Vita” è un’iniziativa che ha lo scopo di promuovere l’interesse di bambini e adulti verso la chimica e di presentarla per quello che questa branca della scienza è veramente e non come il “mostro” che spesso i media raffigurano.

Alla specifica iniziativa, proposta da “Scienza Divertente” di Roma, hanno aderito Biblioteche di Roma, CICAP e Federchimica, che ha inviato da Milano la Dott.ssa Veronica Cremonesi, Responsabile Educational, e Annalisa Beghelli, illustratrice del libro per ragazzi “Io ricordo” di Sabina Colloredo. In un assolato pomeriggio circa 35 ragazzi (dai 5 ai 10 anni) con relativi adulti accompagnatori si sono presentati alla “Biblioteca del Quarticciolo”, messa disposizione da Biblioteche di Roma.

Divisi in squadre di diversi colori si sono dapprima cimentati in una gara che contemplava divertenti esperimenti di chimica, con quiz finali per i ragazzi. In seguito i ragazzi hanno partecipato a un incontro di lettura del libro “io ricordo” nella simpatica sala “BiMblioteca”, mentre gli adulti assistevano alla conferenza del nostro Silvano Fuso, appositamente giunto da Genova, con tema le numerose fake news sulla chimica e le scriteriate pubblicità che per puri scopi di marketing falsano la realtà.

Alla fine dell’entusiasmante presentazione di Silvano, anche gli adulti presenti hanno dovuto rispondere a dei quiz in merito a quanto appena appreso. In conclusione dell’evento è stata premiata la squadra (Gialla per questa volta) che ha raggiunto il miglior punteggio totale. Una bella iniziativa nata dalla collaborazione fra Scienza Divertente e, tramite il nostro Gruppo, CICAP che speriamo dia altri interessanti frutti in futuro.

La giornata Anti Superstizione del CICAP

articolo di Graziella Morace

“Attento porta male!!” Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase… ma, da dove derivano le superstizioni alle quali crediamo? Molte hanno origini antiche e, nonostante il tempo che passa, persistono nella nostra cultura ancora oggi.

Anzi, in Europa e in America la superstizione è molto più diffusa di quanto si creda, ed è un fenomeno che sembra in aumento, insieme alla credenza negli spiriti, nelle streghe e nelle case infestate da presenze oscure.

Ma quali sono i meccanismi psicologici, cosa c’è alla base della superstizione?

Tutti noi desideriamo avere il maggiore controllo possibile delle situazioni o la certezza che le cose vadano per il verso giusto ed il tentativo di condizionare gli eventi è alla base della maggior parte delle superstizioni. Compiere delle particolari azioni, come portare un oggetto o indossare un certo capo d’abbigliamento, o evitarne altre, come non aprire un ombrello in casa, può dare a molte persone un senso di sicurezza e fiducia per aver fatto tutto il possibile in modo che le cose vadano bene o per scongiurare un evento negativo.

Il procedimento mentale alla base della superstizione ci fa pensare cose del genere: ho indossato questa maglia l’ultima volta che ho passato un esame, quindi al prossimo dovrei indossarla di nuovo. La relazione tra il nostro comportamento e la realizzazione di un certo evento è in realtà del tutto casuale, tuttavia questo meccanismo di pensiero porta selettivamente a ricordare le volte che la superstizione ha funzionato e a dimenticare le volte che ha fallito, il che rafforza e conferma la veridicità del sistema stesso.

Quanti di voi non sanno che rompere uno specchio può portare sette anni di guai, che il venerdì 17 è una giornata “pericolosa” o che avere un ferro di cavallo in casa porta fortuna? Pochi. Come pochi non conoscono altre superstizioni. Il gatto nero che attraversa la strada, il passare sotto una scala, lo spargere sale, sono superstizioni tradizionali, che finché restano in forma prudenzialmente giocosa sono tutto sommato innocue. Attenzione, però, perché i comportamenti superstiziosi, se presi troppo sul serio e portati all’eccesso, possono arrivare ad influenzare ogni scelta, ogni comportamento, e condizionare talmente l’esistenza da divenire patologici.

E proprio per questo motivo il CICAP vi ricorda che la verità è solo questa: “Essere superstiziosi porta male”!

Con l’occasione pubblichiamo le foto più votate nell’evento facebook del Cicap Lazio

GAS 2019 – NON e’ vero e NON ci credo!